Condomino moroso: non si può sospendere acqua riscaldamento e TV

Spetta al Giudice Tutelare vigilare sulle modalità d’affidamento
24 novembre 2017
Registrare una telefonata tra due persone è reato?
29 novembre 2017

Non è possibile togliere l’acqua ai condomini morosi: deve essere garantito il quantitativo minimo vitale pari a 50 litri per abitante al giorno. Lo ha statuito il tribunale di Bologna (ordinanza del 15 settembre 2017 ), pronunciandosi sul ricorso dell’amministratore di un condominio  che aveva chiesto  l’autorizzazione alla sospensione dei servizi centralizzati di riscaldamento e acqua, oltre al distacco dall’antenna televisiva condominiale, quali consentiti dal 3° comma dell’art. 63 disp. att. c.c. in caso di morosità nel pagamento delle quote condominiali

Il giudice dando preliminarmente atto della  morosità della donna e dell’astratta applicabilità dell’art. 63, 3° comma, disp. att. c.c., in forza del quale, “in caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un semestre, l’amministratore può sospendere il condominio moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato”, ritiene, tuttavia, di aderire all’orientamento che nega la sospensione dei servizi “essenziali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi