Contratto di locazione scaduto: il proprietario non può staccare l’acqua o la corrente per costringere l’inquilino ad andarsene

La convenzione di negoziazione, ovvero separarsi dall’avvocato senza il Giudice
1 settembre 2014
Separazione: il coniuge a cui la casa è assegnata subentra automaticamente nel contratto d’affitto
8 settembre 2014

Anche se il contratto d’affitto è scaduto o regolarmente disdettato, il proprietario non può staccare l’acqua per costringere l’inquilino ad andarsene (nè togliere la corrente elettrica o cambiare le chiavi di casa).
Il conduttore, infatti, anche se il contratto è scaduto, resta un “detentore qualificato” dell’immobile, e può agire per la tutela del possesso della casa in via urgente.
Il locatore, in definitiva, può solo agire per lo sfratto.
Lo ha confermato la Cassazione civile con la sentenza n. 18486/14 dell’1.09.2014.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi