Coniugi divorziati: stalking o maltrattamenti per la condotta persecutoria?

Assegno di divorzio, non basta lo squilibrio anche se lei è disoccupata
4 settembre 2022
Se c’è rete familiare o possibilità di deleghe, no all’amministrazione di sostegno
7 settembre 2022

La presenza di un figlio minore non determina l’esistenza di un vincolo familiare di fatto tra i due ex coniugi divorziati. Di conseguenza le condotte persecutorie di uno degli ex coniugi a danno dell’altro non fanno scattare l’imputazione per il più grave reato di maltrattamenti in famiglia.

Tutt’al più  determina l’aggravante del reato di stalking in quanto commesso in danno del coniuge divorziato (art.  612 bis cod. pen.)

 Cass. penale sentenza n. 32575/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi