Congedo di paternità obbligatorio e facoltativo. Contributo statale per asilo e baby sitter

Danno da infiltrazione: se il tubo è privato, il condominio non risponde
14 febbraio 2013
Annunciare la nascita del figlio preclude il disconoscimento successivo
16 febbraio 2013

Con il DM del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro dell’Economia e delle Finanze n. 37 del 13/2/2013, è stato introdotto il congedo obbligatorio e facoltativo del padre e i voucher per la madre che rinuncia al congedo parentale.

Il legislatore intende  promuovere la compartecipazione e condivisione dei ruoli genitoriali.

Un giorno di congedo obbligatorio per il padre e fino a due giorni di facoltativo per il padre, in occasione della nascita del figlio, allorquando la madre vi rinunci. Il congedo obbligatorio paterno si aggiunge a quello materno, mentre per quello facoltativo occorre che la madre rinunci a uno o due dei suoi giorni. Il lavoratore percepirà il 100% della retribuzione nei giorni di congedo.

Inoltre,  la madre – al termine del periodo di congedo di maternità e negli undici mesi successivi – può scegliere,  in luogo del congedo parentale, di beneficiare di  un contribuito di 300 euro mensili per sei mesi da destinare a  pagare una baby sitter ol’asilo nido.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi