Si all’assegno divorzile se la moglie ha un cospicuo patrimonio ma si è sacrificata per la famiglia

Pagamento diretto dell’assegno dall’INPS resta anche se l’ex è vecchio e malato
10 dicembre 2020
Violenza assistita: sospensione della responsabilità genitoriale
12 dicembre 2020

Se permane lo squilibrio patrimoniale tra le parti, pur essendo diminuito il reddito dell’ex marito e aumentato quello della ex moglie rispetto all’epoca della separazione sicchè la richiedente ha comunque un congruo patrimonio, l’assegno divorzile non assolve funzione assistenziale, ma deve essere comunque riconosciuto in funzione perequativo-compensativa, tenuto conto che la moglie  ha apportato un importante contributo alla vita familiare provvedendo alla cura della figlia e della famiglia e rinunciando a svolgere un’attività professionale, in seguito a una scelta condivisa tra i coniugi.

Trib. Bologna sentenza 11 settembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi