Niente assegno divorzile se il detective scopre che l’ex lavora in nero

Cessione dell’abitazione tra ex conviventi e decadenza dall’agevolazione prima casa
4 luglio 2022
Nel procedimento per l’adozione, non si può pronunciare l’adozione mite
4 luglio 2022

 

Deve essere rigettata la domanda di assegno divorzile proposta dal coniuge non ricorrendo i presupposti per riconoscere la componente assistenziale né quella perequativo-compensativa laddove da un lato le indagini investigative private dimostrano la sostanziale capacità lavorativa del richiedente e dall’altro il coniuge interessato non allega di essere in possesso di specifiche qualifiche e aspirazioni professionali cui sarebbe stato costretto a rinunciare in virtù della vita matrimoniale, dovendosi ritenere che il richiedente abbia percepito l’assegno di separazione per undici anni, che possono considerarsi sufficienti a compensare eventuali e non provati sacrifici sopportati durante la vita coniugale.

Tribunale di Napoli sentenza 6249, sezione Prima del 21-06-2022

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi