Maltrattamenti in famiglia anche in relazioni di breve durata

Dovere di collaborazione tra i coniugi è reciproco
7 maggio 2021
Stalking: si può provare anche con lo screenshot di WhatsApp
10 maggio 2021

Il reato di maltrattamenti in famiglia, si può configurare non solo nel caso di nuclei familiari fondati sul matrimonio, ma di qualunque relazione che, per la consuetudine dei rapporti creati, implichi l’insorgenza di vincoli affettivi e aspettative di assistenza assimilabili a quelli tipici della famiglia o della convivenza abituale». Non è necessario «che la convivenza abbia una certa durata» ma il fatto che in quel rapporto «sia sorta una prospettiva di stabilità e un’attesa di reciproca solidarietà».

Cass. sent. n. 17888/2021 del 07.05.2021

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi