Il testamento è valido se il testatore quasi cieco viene aiutato a scriverlo?

Ecco come si determina l’assegno di mantenimento
12 aprile 2017
Quando il coniuge perde il diritto di abitare nella casa famigliare alla morte dell’altro
14 aprile 2017

Si impone il rispetto assoluto della volontà del testatore di fronte ad una scheda testamentaria, la quale può affermarsi affetta da dolo solo a specifiche e stringenti condizioni, quali la prova dell’esistenza di veri e propri mezzi fraudolenti a suo danno.

Lo afferma la Corte di Cassazione con la sentenza n. 9309/2017.

Il bene da tutelare è la volontà del testatore, dice la Suprema Corte, che impone la configurabilità del dolo solo a specifiche condizioni: non è sufficiente dimostrare «una qualsiasi influenza di ordine psicologico esercitata sul soggetto, se del caso mediante blandizie, richieste, suggerimenti o sollecitazioni, occorrendo la provata presenza di veri e propri mezzi fraudolenti»; ma occorre la prova dell’utilizzo di mezzi ingannevoli, che suscitino nel soggetto false rappresentazioni, «orientando la sua volontà in un senso in cui non si sarebbe spontaneamente orientata»

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi