Assegno illegittimo per l’ex moglie e la figlia che hanno una fiorente attività commerciale

Ancora sul mantenimento del figlio maggiorenne: non è dovuto se in passato ha lavorato
31 ottobre 2013
Se la figlia se ne va di casa, la madre perde il diritto all’assegnazione
2 novembre 2013

Niente assegno a carico del marito pensionato per l’ex moglie e la figlia maggiorenne che hanno avviato una fiorente attività commerciale da cui traggono i mezzi adeguati al loro sostentamento.

Lo afferma la Cassazione civile con la sentenza  n. 24667 del 31 ottobre 2013: entrambi gli assegni vengono ritenuti illegittimi poiché la donna traeva dal proprio negozio d’abbigliamento un reddito annuo consistente e adeguato a procurare, sia a lei che alla figlia maggiorenne, sufficienti mezzi di sostentamento, analoghi se non superiori a quelli del marito pensionato. Il Giudice può desumere il tenore di vita pregresso cui deve rapportarsi l’assegno di divorzio dai redditi dei coniugi al momento della relativa sentenza di divorzio.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi