Assegno di mantenimento (separazione): la capacità di lavoro va valutata in concreto

La disoccupazione non basta per togliere alla moglie l’assegno
24 luglio 2017
No assegno per la ex in età lavorativa, disoccupata, che si trasferisce in una località senza prospettive di lavoro.
28 luglio 2017

l’attitudine al lavoro del potenziale beneficiario dell’assegno va calata nel concreto e assume rilievo solo quando si sostanzia in un’effettiva impossibilità di svolgimento di un’attività lavorativa retribuita.
Tale analisi, più in particolare, va fatta riferendosi a “ogni fattore individuale ed ambientale” senza limitarsi a prendere in considerazione delle “mere valutazioni astratte ed ipotetiche”.
Nel caso all’esame della Cassazione, la Corte d’appello, in parziale riforma della sentenza di primo grado, aveva determinato l’assegno di separazione in Euro 650,00, tenendo conto che la donna era disoccupata e che non aveva più svolto attività lavorative retribuite di carattere continuativo dal 2014, con la conseguenza che in difetto di una qualunque concreta capacità di guadagno, non rilevava la sua astratta attitudine al lavoro proficuo.
La Cassazione ( sent.n. 17971/2017) conferma la sentenza.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi