Assegnazione della casa coniugale: gratuita, ma le spese ordinarie si pagano

Rapporto tra reclamo contro l’ordinanza presidenziale e l’istanza di modifica al GI
11 aprile 2021
Adulterio e disconoscimento della paternità
13 aprile 2021

 

L’assegnazione della casa familiare al genitore presso il quale il minore ha il domicilio, esonera l’assegnatario esclusivamente dal pagamento del canone, al quale, altrimenti, sarebbe tenuto nei confronti del proprietario esclusivo (o, “in parte qua”, del comproprietario) dell’immobile assegnato.  Pertanto, qualora il giudice attribuisca ad uno dei genitori l’abitazione di proprietà dell’altro, la gratuità di tale assegnazione si riferisce solo all’uso dell’abitazione medesima, ma non si estende alle spese correlate a detto uso ivi comprese quelle condominiali, che riguardano la manutenzione delle cose comuni poste a servizio anche dell’abitazione familiare. Queste spese, in mancanza di un provvedimento espresso che ne accolli l’onere al coniuge proprietario, sono a carico del genitore assegnatario

Corte di Appello di Venezia, sent. 22 dicembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi