Addebito della separazione per minacce e denigrazioni su Facebook

Assegno divorzile: incide l’attribuzione di un immobile con lo scioglimento della comunione
20 maggio 2021
Costringere il coniuge a rapporti sessuali è reato
21 maggio 2021

Le condotte di aggressione e minacce, insulti e denigrazioni, compiuti anche attraverso social network, da un coniuge nei confronti dell’altro, costituiscano causa della crisi coniugale e dell’intollerabilità della convivenza, tali da legittimare l’addebito della separazione.

Tribunale di Como, sentenza 8 marzo 2021, n. 266.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi