Sposandosi il figlio perde il diritto a ricevere l’assegno di mantenimento

La madre che si trasferisce con il figlio, anche se malato, commette reato di sottrazione del minore
16 maggio 2015
Non esiste un incondizionato diritto dei nonni di frequentare il nipote
18 maggio 2015

Il figlio che si sposa perde per sempre il diritto all’assegno di mantenimento a carico dei genitori. Con il matrimonio nasce una nuova famiglia rispetto a quella originaria, che fa cessare ogni obbligo di mantenimento.

Lo afferma la Corte d’appello di Napoli con la sentenza n. 47 del 2015: il matrimonio del figlio maggiorenne già destinatario del contributo di mantenimento a carico di ciascuno dei genitori ne comporta l’automatica cessazione dal momento che con la costituzione del nuovo nucleo, i coniugi attuano una comunione materiale e spirituale di vita realizzando molteplici effetti stabiliti dalla legge.
Il matrimonio, infatti, dà vita ad un nuovo organismo familiare distinto ed autonomo, in cui i coniugi  divengono titolari del governo della nuova entità e sono legati dall’obbligo alla reciproca assistenza morale e materiale costituente il necessario svolgimento di quell’impegno di vita assieme che hanno assunto con le nozze. Tant’è che l’articolo 143, comma 3, del Cc enuncia espressamente il dovere di  entrambi di contribuire ai bisogni della famiglia.
Con il matrimonio, quindi, il figlio diventa componente di un nucleo familiare diverso da quello originario ed automaticamente cessano i doveri di mantenimento a carico dei genitori.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi