Separazione addebitata al coniuge che se ne va senza spiegazioni

Il genitore non può sospendere l’assegno per il figlio durante le vacanze
14 dicembre 2013
Responsabilità del medico per omessa informazione sui rischi dell’operazione
15 dicembre 2013

Separazione addebitata al coniuge che lascia la casa improvvisamente senza spiegazioni.
Lo afferma la Corte di Cassazione con la sentenza 27923 del 13 dicembre 2013: il volontario abbandono del domicilio coniugale è causa di per sé sufficiente di addebito della separazione, quale violazione di un obbligo matrimoniale (art.143, secondo comma, Cc) che comporta l’impossibilità della convivenza: salvo che si provi – e l’onere incombe su chi ha posto in essere l’abbandono – che esso è stato determinato dal comportamento dell’altro coniuge, ovvero quando il suddetto abbandono sia intervenuto nel momento in cui l’intollerabilità della prosecuzione della convivenza si sia già verificata e in conseguenza di tale fatto.
Nel caso di specie il marito non aveva neppure tentato di provare la “legittimità” dell’abbandono, cioè che la crisi coniugale fosse già esistente o che l’abbandono fosse dipeso dal comportamento della moglie.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi