Scelta della scuola: rilevanza dell’opinione del minore infradodicenne

Addebito perchè la chat di WhatsApp dimostra il tradimento
16 maggio 2021
Addebito: non basta accusare il coniuge di omosessualità
16 maggio 2021

A fronte del conflitto tra due genitori in tema di scelta scolastica, a parità di piano formativo tra una scuola pubblica ed una scuola privata, va preferita la scuola pubblica se il minore infradodicenne  ha saputo esprimere con naturalezza la propria preferenza quest’ultima tipologia di istituto, rispetto a quella privata scelta dall’altro genitore, avuto riguardo alla possibilità per lo stesso di mantenere rapporti continuativi con una parte dei propri compagni di scuola primaria, con  i quali ha mostrato una buona sintonia. Il minore ha evidenziato, inoltre,  l’opportunità di poter andare a scuola da solo segno di naturale e comprensibile desiderio di progressiva autonomia che il collegio ha ritenuto di accogliere e promuovere. Gli altri criteri che il tribunale ha ritenuto di seguire riguardano la vicinanza tra la scuola e la casa del genitore presso il quale è stato fissato il collocamento e la continuità dei rapporti sociali e delle abitudini quotidiane del minore, oltre all’impossibilità per il genitore collocatario di sostenere i costi della scuola privata.

Trib. di Verona, decreto del 6 aprile 2021,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi