Scatti d’ira non bastano per l’addebito

Coniugi e genitori naturali uguali se si tratta di mantenere i figli
26 maggio 2021
Filiazione naturale, si al DNA sulla salma
28 maggio 2021

Deve ritenersi non sussistano i presupposti per la pronuncia di addebito della separazione al coniuge, in difetto di un supporto probatorio univoco e idoneo che, da un lato, accerti i fatti allegati dalla parte e, dall’altro, li riconduca causalmente alla fine del matrimonio – laddove l’interessato avrebbe manifestato sbalzi umorali, condotte in contrasto con i doveri coniugali come violenze verbali, frasi denigratorie anche in pubblico e scatti d’ira in presenza e nei confronti dell’altro coniuge e dei tre figli – essendo emersa l’esistenza, di una relazione coniugale divenuta nel tempo sempre più disfunzionale e priva della necessaria comunione di vita morale e materiale.
Tribunale di Milano
sentenza 2788, sezione Nona del 02-04-2021

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi