Riduzioni delle donazioni fatte anche prima del sorgere della qualità di erede legittimario

Mantenimento del tenore di vita con l’assegno di mantenimento: solo tendenziale perchè la separazione impoverisce entrambi i coniugi
19 marzo 2016
Risarcimento del danno per rifiuto di sposarsi
20 marzo 2016

In materia di successione necessaria, ai fini della determinazione della porzione disponibile e delle quote riservate ai legittimari, occorre avere riguardo alla massa costituita da tutti i beni che appartenevano al de cuius al momento della morte – al netto dei debiti – maggiorata del valore dei beni donati in vita dal defunto, senza che possa distinguersi tra donazioni anteriori o posteriori al sorgere del rapporto da cui deriva la qualità di legittimario.

La posizione del coniuge, ai fini della determinazione della quota di riserva, non è diversa da quella dei figli: come il figlio può chiedere la riduzione delle donazioni compiute dal padre prima della sua nascita, allo stesso modo il coniuge può chiedere la riduzione delle donazioni compiute dal de cuius a favore dei figli anche prima del matrimonio.

L’equiparazione delle donazioni anteriori al sorgere del rapporto da cui deriva la qualità di legittimario a quelle posteriori risponde alla ratio della riunione fittizia che ha lo scopo di determinare la quota della quale il defunto poteva disporre e, correlativamente, la quota di riserva spettante al legittimario

Lo afferma la Corte di Cassazione con la sentenza 4445/2016

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi