Il procedimento ex art. 337 ter ss. si applica anche se la convivenza non è cessata

Affidamento ai servizi sociali solo residuale
19 settembre 2021
Affido esclusivo al padre se la madre non sa conservare i rapporti del figlio con l’ex
21 settembre 2021

Depositato un ricorso giudiziale per chiedere la regolamentazione dell’affidamento dei figli in coppia non coniugata, ma ancora convivente, il giudice di primo grado – Tribunale di Bologna dichiarava il non luogo a provvedere per mancanza della condizione dell’azione, atteso che alla prima udienza non era ancora cessata la convivenza.

La Corte d’Appello non condivide l’orientamento suddetto e accoglie il reclamo, rilevando come l’attuale disciplina – artt. 337 e ss. c.c. – sia finalizzata a consentire la tutela dei figli nati al di fuori del matrimonio, prevedendo una disciplina dei rapporti genitori-figli, a prescindere dallo stato di convivenza dei genitori.

Del resto il legislatore ha previsto forme di tutela anche nei casi in cui i genitori non abbiano mai convissuto insieme.

La Corte pertanto si pronuncia anche nel merito delle domande regolamentando il regime di affidamento condiviso delle figlie e disponendo l’assegnazione della casa alla madre.

Corte App. Bologna sentenza 2 luglio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi