Omosessualità nascosta al coniuge è causa d’annullamento del matrimonio

Photored: se paghi la multa ma non comunichi i dati del conducente, non c’è altra sanzione
10 luglio 2013
Assegno di mantenimento: con la separazione, non sempre è possibile conservare il tenore di vita
16 luglio 2013

Il matrimonio civile, in cui un coniuge abbia taciuto all’altro la propria omosessualità e che abbia cagionato l’assenza di rapporti sessuali, può essere annullato per causa di errore; l’omosessualità di un coniuge non è qualificabile tuttavia come errore su una malattia, anomalia, o deviazione sessuale, bensì come errore sulla identità complessiva del coniuge.

Lo ha sancito il Tribunale di Milano con la sentenza pubblicata il 13/2/2013: avendo uno degli sposi  taciuto all’altro la propria omosessualità, il matrimonio non è stato propriamente consumato, e quindi il vizio ha impedito l’attuazione del rapporto. A parere della Corte ambrosiana, l’errore sull’identità del coniuge è causa di annullamento del matrimonio .

Va evidenziato che  il Tribunale ha ritenuto che la “qualità” taciuta, cioè l’orientamento sessuale esclusivo del nubendo, non sia qualificabile come una malattia, anomalia o deviazione sessuale: tale conclusione è da condividersi, considerando che l’omosessualità, per opinione anche scientifica oramai consolidata, non è da ritenersi una malattia, bensì una condizione personale ascritta (parere di chi scrive).

 

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi