Niente figli, niente casa

Il figlio maggiorenne che cessa di lavorare non ha diritto al mantenimento
11 febbraio 2022
Gli aiuti costanti dei genitori incidono sulla capacità reddituale ?
12 febbraio 2022

 

Poiché il previgente art. 155 quater c.c., il vigente art. 337 sexies c.c., in tema di separazione, e l’art. 6 della legge sul divorzio, subordinano l’adottabilità del provvedimento di assegnazione della casa coniugale alla presenza di figli, minorenni o maggiorenni non autosufficienti conviventi con i coniugi, “ne consegue che, in difetto di tale elemento, sia che la casa familiare sia in comproprietà fra i coniugi, sia che appartenga in via esclusiva ad un solo coniuge, il giudice non potrà adottare con la sentenza di separazione un provvedimento di assegnazione della casa coniugale, non autorizzandolo neppure l’art. 156 c.c., che non prevede tale assegnazione in sostituzione o quale componente dell’assegno di mantenimento”. (cfr., Cass., 22/03/2007, n. 6979; Cass., 24/07/2007, n. 16398).
Tribunale di Vasto, sentenza 365, sezione Civile del 04-12-2021
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi