Neonato con gravi patologie: quando il medico è responsabile

Accesso abusivo al conto corrente on line dell’altro
4 aprile 2018
No all’assegno una tantum con la separazione
5 aprile 2018

Se le possibilità di sopravvivenza del neonato erano poche o, addirittura, vi era la certezza che il feto sarebbe deceduto, i medici non sono responsabili per le gravi patologie con le quali il bambino è nato.

Lo afferma la sentenza numero 7251/2018 della Corte di cassazione  che ha rigettato il ricorso di un uomo e una donna che avevano agito in giudizio per ottenere il risarcimento dei danni patiti a seguito della presunta “errata, negligente ed imperita” assistenza al parto e alla nascita di loro figlio, cui era conseguita in capo a quest’ultimo una grave encefalopatia con idrocefalo e tetra paresi spastica.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi