Modifica delle condizioni congiunta: solo se ci sono fatti sopravvenuti

Riconciliazione: si ripristina la comunione
20 marzo 2021
Monitoraggio dei servizi sociali anche c’è affido condiviso; tradimento svelato da screenshot
21 marzo 2021

Le parti, che in sede di divorzio avevano viste respinte le proprie istanze, tali per cui la domanda di assegnazione della casa ex coniugale era stata respinta, così come quella di revoca dell’assegno di mantenimento a carico del marito, presentavano ricorso per la modifica delle condizioni di divorzio intendendo così regolare, attraverso un accordo, i reciproci interessi: cessione della quota parte della casa quale contributo una tantum a fronte della rinuncia all’assegno periodico.

Ma per il Tribunale, il ricorso allo strumento dell’art. 710 cpc per introdurre accordi negoziali è inammissibile, richiedendosi viceversa fatti sopravvenuti.

Trib. Tivoli 5 marzo 2021

https://www.osservatoriofamiglia.it/contenuti/17510203

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi