L’assegno di mantenimento per il coniuge è rinunciabile?

Ads: inserimento in struttura del beneficiario dissenziente
31 agosto 2018
L’avvocato ha l’obbligo di restituire al cliente la documentazione
1 settembre 2018

I coniugi, in presenza di sufficienti redditi propri, possono  rinunciare a qualsiasi reciproca pretesa economica, ma tale accordo non è immodificabile perchè il diritto all’assegno del coniuge più debole economicamente può essere fatto valere in ogni tempo una volta venute meno le condizioni di autosufficienza economica. La misura dell’assegno, infatti, deve essere calcolata tenendo conto delle reali possibilità dell’obbligato e agli effettivi bisogni del beneficiario; nel caso in cui, perciò, sia data prova al giudice che l’accordo raggiunto tra i coniugi sia stato frutto di una valutazione non libera o erronea, ne sarà dichiarata l’inefficacia.

È invece radicalmente nulla da subito la rinuncia all’assegno che abbia natura alimentare, poichè esso rappresenta un contributo economico volto a soddisfare i bisogni essenziali dell’ex coniuge che si trovi in stato di necessità e nella impossibilità di provvedere al fabbisogno quotidiano di vita: per tale motivo, il diritto agli alimenti rappresenta un diritto personalissimo, irrinunciabile ed imprescrittibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi