Con la rettifica del sesso si può anche cambiare il nome

Madre ostacola relazione padre figlio? Risarcisce i danni
18 febbraio 2020
Riconoscimento del figlio: curatore speciale solo se c’è conflitto di interessi
19 febbraio 2020

L’attribuzione di un sesso diverso determina anche la libera scelta di un nuovo nome adeguato all’avvenuta modifica dello stato civile.

Legittima la pretesa del richiedente di rettificare il nome in Alexandra e non forzatamente in Alessandra perchè originariamente si chiamava Alessandro. La legge in materia di rettificazione di attribuzione di sesso non impone affatto tale vincolo nel cambiamento del nome che data la situazione non può che dipendere dalla libera scelta di chi ha già modificato il proprio status sessuale. Infine, i giudici di secondo grado avevano, al contrario, accolto la richiesta rettifica di attribuzione di sesso, ma avevano però negato la libera rideterminazione del proprio nome da parte di chi autonomamente aveva realizzato un percorso di transizione da un sesso a un altro. Tra l’altro la transessualità è di norma una scelta che, se non comincia, di certo si conclude nella stagione già adulta di una persona. Ed è quindi priva di senso la limitazione della libertà individuale nella modifica del nome anche solo pensando che non tutti i nomi hanno il doppio genere individuato dalla desinenza

Corte di cassazione ordinanza n. 3877 del 17.2.2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi