La madre inadeguata perde l’affidamento

Non ha efficacia la scrittura con la quale i coniugi modificano il diritto di visita
20 settembre 2017
Ex moglie insegnante con un immobile non ha diritto all’assegno di divorzio
22 settembre 2017

La madre inadeguata e che cerca continuamente di screditare il padre agli occhi della figlia sino ad originare nella bambina una sindrome di alienazione parentale perde l’affidamento della minore, che andrà affidata in via esclusiva al padre.

Così ha ritenuto la  Corte di cassazione, con ordinanza numero 21215/2017 del 13 settembre : le carenze materne sono state ritenute sufficienti a giustificare  l’affidamento esclusivo della minore al padre.

A fronte delle esplicite censure della ricorrente in merito al riferimento fatto dalla Corte d’appello alla diagnosi di “PAS”, la Cassazione ha precisato che la questione non riguarda la ricorrenza o meno di una patologia, quanto piuttosto “l’adeguatezza di una madre a svolgere il proprio ruolo nei confronti di una figlia minore che si trova in grave difficoltà, avrebbe bisogno del sostegno di entrambi i genitori, ma non riceve la collaborazione di cui ha bisogno dalla madre”. Le univoche risultanze di causa hanno confermato tale quadro e, che si tratti di PAS o no, l’affidamento esclusivo al padre deve essere confermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi