Insultare il coniuge è reato

I genitori si alternano a casa fino ala fine della CTU
6 dicembre 2020
Assegno divorzile all’ex moglie depressa
7 dicembre 2020

Gli insulti alla moglie costituiscono reato di maltrattamenti familiari, se si tratta di  comportamenti s ripetuti e abituali. 

In tali circostanze, la vittima può andare via di casa: l’abbandono del tetto coniugale sarebbe indotto da  una giusta causa, e dunque non verrebbe meno  la possibilità di chiedere il mantenimento.

Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza 25 novembre – 3 dicembre 2020, n. 34351

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi