Impianti rumorosi in condominio: cessazione e risarcimento del danno

Trust per la tutela dei soggetti deboli: strumento utile per il “dopo di noi”
12 gennaio 2015
Rischia il carcere chi non mantiene i figli e lavora in nero
14 gennaio 2015

Nel caso di rumori propagati dagli impianti condominiali (ad es., ascensore o impianto di riscaldamento) che superino la normale tollerabilità, il proprietario dell’appartamento ha diritto alla cessazione delle immissioni rumorose e al risarcimento del danno (patrimoniale, ad es. per deprezzamento dell’immobile e non patrimoniale, per l’accertata lesione della salute) che ne sia derivato.
Non rileva che gli impianti siano o meno a norma, poiché la relativa normativa (cioè il Dpcm) detta solo le linee guida generali per la tutela dell’interesse collettivo e non quello privato, del proprietario di casa.
Lo chiarisce la Corte di Cassazione con la sentenza 23283/2014.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi