Immissioni di rumore intollerabile provenienti dal bar: risarciti i danni ai vicini

Marito perde il lavoro e smette di pagare il mantenimento: non c’è reato
19 dicembre 2014
Coniuge paga il mantenimento ma non il mutuo: colpevole di violazione degli obblighi familiari
22 dicembre 2014

Rumore intollerabile protratto per molto tempo, proveniente dal locale piano bar vicino: risarciti gli abitanti della zona perché sono stati lesi molti diritti, tra cui il diritto al riposo notturno, alla serenità e all’equilibrio della mente, ed alla vivibilità delle loro case.
La violazione di questi diritti, inoltre, come confermato dalla Cassazione con sentenza n.26899/2014, può essere provata anche per presunzioni.
Schiamazzi e diffusione di musica ad alto volume fino a notte inoltrata portano gli abitanti a chiedere al Tribunale di mettere fine all’attività di disturbo, nonché a condannare i proprietari del bar al risarcimento dei danni. E la Cassazione conferma la condanna sottolineando che tali immissioni hanno determinato «una significativa lesione degli interessi della persona umana costituzionalmente garantiti», quali, ad esempio, il diritto al riposo notturno, alla serenità e all’equilibrio della mente, ed alla vivibilità delle loro case. Tutti diritti, questi ultimi, che vengono seriamente messi a repentaglio dal rumore protratto per ore (notturne!) e di cui «può ritenersi acquisita la prova anche per presunzioni».

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi