Diritto all’anonimato della madre e azione di accertamento della maternità

Risarcimento del danno da adulterio
22 settembre 2020
Revisione delle condizioni di separazione solo per fatti nuovi sopravvenuti
24 settembre 2020

Fin quando la madre naturale è in vita il suo diritto all’anonimato al momento del parto (riconosciuto da diverse norme dell’ordinamento) deve essere massimamente tutelato. Nel periodo successivo alla sua morte, tuttavia, il bilanciamento dei valori di rango costituzionale che segue la richiesta di accertamento dello status di figlio naturale cambia e «l’esigenza di tutela dei diritti degli eredi e discendenti della donna che ha optato per l’anonimato non può che essere recessiva rispetto a quella del figlio che rivendica il proprio status”»

Corte di cassazione,  sentenza n. 19824 del 22 settembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi