Contratto a tempo determinato del figlio maggiorenne: che ne è del mantenimento?

La pronuncia sul riconoscimento del figlio sostituisce il mancato riconoscimento
17 luglio 2022
La regolamentazione della frequentazione deve essere il risultato della ponderazione del giudice
17 luglio 2022

In tema di contributo al mantenimento dei figli maggiorenni, il giudice a cui sia chiesta la revoca del corrispondente assegno, in ragione del reperimento da parte del figlio di un’occupazione lavorativa, è chiamato a valutare in concreto il raggiungimento dell’indipendenza economica considerandone l’effettivo inserimento nel mondo del lavoro, in base alle specifiche attitudini dimostrate e alle correlate aspirazioni, senza che abbia rilievo, in sé, ai fini dell’esclusione dell’indipendenza economica del figlio, il fatto che il contratto di lavoro sia a tempo indeterminato nè che l’ammontare del compenso sia inferiore a quello astrattamente possibile per effetto del possesso di un titolo di studio capace di farne conseguire uno più alto
Cass. Civ., Sez. I, ord. 13 luglio 2022 n. 22076
https://www.osservatoriofamiglia.it/contenuti/17512319

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi