Il coniuge tradito non può chiedere i danni all’amante

Assegno divorzile: onere della prova
19 gennaio 2022
Redditi dell’obbligato, contano anche le elargizioni ricevute dai suoi genitori
20 gennaio 2022

L’amante non risarcisce i danni al coniuge tradito, anche se la relazione adulterina è ampiamente provata.

Il dovere di fedeltà coniugale grava unicamente sui coniugi e non  sui terzi: intrattenere una relazione con una persona sposata costituisce per il partner la semplice espressione della propria personalità.

Di conseguenza, il coniuge tradito non può chiedere il risarcimento dei danni all’amante, a meno che la condotta di quest’ultimo non sia stata profondamente lesiva di uno dei diritti fondamentali del suddetto coniuge, come ad esempio la salute, l’onore o la dignità.

Trib. Padova, sent. n. 1308/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi