Capacità lavorativa desunta dalle investigazioni: no assegno di divorzio

Genitori conflittuali: responsabilità genitoriale sospesa
4 marzo 2021
E’ stupro costringere la moglie a rapporti sessuali
4 marzo 2021

 

Non riconosciuto alla ex moglie l’assegno di mantenimento, attesa la sua piena capacità lavorativa, desunta dalle indagini investigative -disposte dall’ex marito-, dalle quali è emerso che, anche dopo le formali dimissioni della stessa dallo studio di un commercialista, avvenute nell’anno 2010, la medesima ha continuato a prestare di fatto attività lavorativa presso tale studio, nell’arco temporale che va dal 2011 in poi. Assolutamente escluso, poi, che la istante si trovi “in condizioni di salute tali da precluderle di lavorare (potendo tranquillamente camminare, guidare e persino andare in bicicletta)

Cass. Civ., Sez. VI – 1, Ord., 25 febbraio 2021, n. 5077; Pres. Scaldaferri, Rel. Cons. Valitutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi