Assegno di separazione, la moglie deve provare il tenore di vita e l’assenza di redditi adeguati a mantenerlo

Stalking, rilevano anche le molestie indirette
11 luglio 2022
Assegno di divorzio, sempre in funzione riequilibratrice
12 luglio 2022

A norma dell’art. 156 c.c., il diritto al mantenimento a seguito di separazione personale sorge, in favore del coniuge al quale questa non sia addebitabile, ove egli non fruisca di redditi che gli consentano di mantenere un tenore di vita analogo a quello che aveva durante il matrimonio, sempre che sussista una differenza di reddito tra i coniugi.
Nel caso in esame, la moglie nulla ha allegato, né tantomeno provato, in ordine al tenore di vita goduto in costanza di matrimonio. Il Tribunale non ha avuto elementi per ritenere che i redditi percepiti dalla ricorrente non fossero sufficienti a mantenere lo stesso tenore di vita che caratterizzava la pregressa fase di convivenza matrimoniale
Tribunale Pistoia, sent. 7 giugno 2022, n. 521
https://www.osservatoriofamiglia.it/contenuti/17512299

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi