Assegno di mantenimento ridotto, no restituzione di quanto percepito

Assegnazione della casa coniugale, si pagano le spese connesse all’uso
11 settembre 2022
Allontanamento del figlio dalla casa genitoriale, basta assegno alla madre
11 settembre 2022

Il carattere sostanzialmente alimentare dell’assegno di mantenimento, in regime di separazione, comporta che la normale retroattività della statuizione giudiziale di riduzione al momento della domanda vada contemperata con i principi di irripetibilità, impignorabilità e non compensabilità di dette prestazioni, sicché la parte che abbia già ricevuto, per ogni singolo periodo, le prestazioni previste dalla sentenza di separazione non può essere costretta a restituirle, né può vedersi opporre in compensazione, per qualsivoglia ragione di credito, quanto ricevuto a tale titolo, mentre ove il soggetto obbligato non abbia ancora corrisposto le somme dovute, per tutti i periodi pregressi, tali prestazioni non sono più dovute in base al provvedimento di modificazione delle condizioni di separazione.

Tribunale Torre Annunziata, sezione III, sentenza, 26 luglio 2022, n. 1866

 

https://ntplusdiritto.ilsole24ore.com/art/famiglia-e-successioni-punto-giurisprudenza-giudici-merito-AEQJe0yB?cmpid=nl_ntDiritto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi