Assegni familiari: spettano sempre, e non possono essere decurtati dal mantenimento

Affdamento dei figli: pregiudizievole la rigida ripartizione dei tempi di permanenza coi genitori
26 maggio 2013
Per quantificare l’assegno di mantenimento contano anche le potenzialità economiche
30 maggio 2013

Gli assegni familiari corrisposti al coniuge affidatario dei figli dall’altro coniuge, ai sensi dell’art.211, L. 19 maggio 1975 n. 151, sono dovuti indipendentemente dall’assegno per il mantenimento per la prole determinato con la separazione.

Non possono quindi essere decurtati dall’importo di detto assegno in nessun caso (a meno che le parti non lo prevedano con separato accordo): nè se a percepirli è direttamente il genitore collocatario nè se li prende l’altro.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione con l’ordinanza n. 12770 depositata il 23 maggio, confermando l’orientamento in materia, espresso anche dalle Sezioni Unite con la sentenza n. 5135 del 27/11/1989.

Diverso il caso dell’assegno per il coniuge:  esso spetta al lavoratore proprio per consentirgli di far fronte all’ obbligo di mantenimento ex artt. 143 e 156 c.c.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi