Adozione piena è l’extrema ratio

Pas o alienazione genitoriale, bandita dal Tribunale
25 marzo 2022
Anche in caso di separazione consensuale l’assegno decorre dal deposito del ricorso
25 marzo 2022

Il giudice, chiamato a decidere sullo stato di abbandono del minore e, quindi, sulla dichiarazione di adottabilità, deve accertare la sussistenza dell’interesse del minore a conservare il legame con i soggetti appartenenti alla famiglia di origine, pur se deficitari nelle loro capacità di educazione e di crescita del minore, proprio in considerazione del duplice presupposto che l’adozione legittimante costituisce una extrema ratio e che il nostro ordinamento conosce modelli di adozione che non presuppongono la radicale recisione dei rapporti con la famiglia d’origine e consentono la conservazione del rapporto, quali le forme di adozione disciplinate dalla l. n. 184/1983, artt. 44 e segg.

 

Cass. civ., sez. I, ord. 15 dicembre 2021. n. 40308

 

fonte:   ilfamiliarista.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi