Acqua e ascensore: si pagano anche se l’immobile è sfitto

Dall’affido esclusivo al condiviso: l’assegno per i figli non è automaticamente ridotto
31 luglio 2014
Tradimento: chi deve provare cosa
25 agosto 2014

Anche se l’appartamento in condominio non è affittato, il proprietario deve pagare la bolletta dell’acqua e le spese per l’ascensore: è quindi illegittima la delibera che ripartisce gli esborsi in base al numero di persone che stabilmente abita le unità immobiliari di proprietà esclusiva.
L’obbligazione del singolo condomino è propter rem, cioè trova fondamento nel solo diritto di comproprietà sulla cosa comune: il fatto che egli non ne faccia uso non lo esonera dal pagamento delle spese. È quanto affermato dalla sentenza 17557/14 della Cassazione.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi