Tradimento con collega: c’è separazione per colpa

Danno risarcito al pedone che inciampa sul tombino
6 maggio 2013
Figlio adulto laureato conserva il diritto al mantenimento
11 maggio 2013

Addebito della separazione al coniuge che tradisce con un collega di lavoro, tanto più se il fatto è noto e suscita imbarazzo con parenti e conoscenti.

Il Tribunale di Roma (sentenza n. 3226/2013) torna sull’addebito della separazione al coniuge nel caso di violazione dell’obbligo di fedeltà, specificando che, affinchè ci sia separazione per colpa, occorre che sia stato posto in essere un comportamento contrario ai doveri matrimoniali (nella specie, quello di fedeltà) ma anche che sia accertato  che a tale comportamento è causalmente ricollegabile l’intollerabilità della convivenza che si è creata, presupposto, quest’ultimo, della separazione.

Quindi, nel caso di tradimento, la separazione potrà essere addebitata al coniuge colpevole solo se la relazione extraconiugale, quand’anche dapprima nascosta e poi resa nota all’altro, sia stata di per sè la causa della situazione di intollerabilità della convivenza; e ciò anche tenuto conto che il tradimento lede la dignità del coniuge che lo ha subito, soprattutto se noto nell’ambiente frequentato normalmente dalla famiglia.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi