Si può donare una cosa che appartiene a un terzo?

La dipendenza da alcol non scusa i maltrattamenti
19 febbraio 2022
Se un genitore ostacola gravemente il rapporto con l’altro, può decadere dalla responsabilità genitoriale
19 febbraio 2022

La donazione è un negozio giuridico valido ed efficace a condizione che il bene si trovi nel patrimonio del donante al momento della stipula del contratto. Nel caso in cui la cosa non appartenga al donante, questi deve assumere espressamente e formalmente nell’atto l’obbligazione di procurare l’acquisto dal terzo al donatario. Dunque, la donazione di bene altrui vale come donazione obbligatoria di dare purché l’altruità sia conosciuta dal donante e tale consapevolezza risulti da un’apposita espressa affermazione nell’atto pubblico. Nel caso in cui, invece, l’altruità del bene donato non risulti dal titolo e non sia nota alle parti, il contratto non potrà produrre effetti obbligatori né potrà applicarsi la disciplina della vendita di cosa altrui. È nulla la donazione di beni che il donante ritenga, per errore, suoi, determinando, la mancata conoscenza dell’altruità, l’impossibilità assoluta di realizzazione del programma negoziale e, quindi, la carenza della causa donativa.

Tribunale di Bologna, ordinanza 5 gennaio 2022 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi