Non si può imporre al figlio la frequentazione dell’altro genitore

Curatore speciale nei procedimenti per l’affidamento esclusivo
17 maggio 2022
Convivenza non continuativa ma sostegno economico: stop all’assegno divorzile
17 maggio 2022

 

In presenza dell’opposizione da parte del minore a rapporti con il genitore separato o divorziato deve escludersi l’adozione di un provvedimento coercitivo imponendo al primo di frequentare il secondo che finirebbe per compromettere l’equilibrio raggiunto negli altri settori della vita, scolastici e di relazione: deve essere confermato l’affidamento condiviso del minore ed entrambi i genitori e ciò al fine di consentire al genitore non collocatario di continuare ad avere informazioni sul figlio, onerando a tal fine il collocatario di fornire all’altro una relazione mensile – da inoltrare per email o con qualunque altra forma di supporto telematico – sulla situazione del discendente, in modo da poter condividere le scelte, in modo da consentire al figlio di ricostituire rapporti armonici.
Tribunale di Terni,  sentenza 354, sezione Civile del 26-04-2022

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi