No all’assegnazione della casa famigliare che non è mai stata abitata dall’ex

Violenza sessuale tra coniugi se lei asseconda lui per paura
5 novembre 2015
Un marito traditore non è per forza un cattivo padre. Ma attenzione: occorre dedicare al figlio del tempo in esclusiva
5 novembre 2015

Niente assegnazione della casa coniugale, destinata solo formalmente ad abitazione familiare, ma di fatto mai abitata dall’ex coniuge. Lo ha affermato la Rigettato il ricorso della moglie separata contro la sentenza che aveva respinto la domanda di assegnazione della casa coniugale. Il rigetto della domanda di assegnazione della casa di proprietà esclusiva del marito, che «pacificamente non è mai stata adibita ad abitazione del nucleo familiare, è coerente alla giurisprudenza di legittimità secondo cui l’assegnazione della casa familiare prevista dall’articolo 155 quater Cc, rispondendo all’esigenza di conservare l’habitat domestico, inteso come il centro degli affetti, degli interessi e delle consuetudini in cui si esprime e si articola la vita familiare, è consentita unicamente con riguardo a quell’immobile che abbia costituito il centro di aggregazione della famiglia durante la convivenza, con esclusione di ogni altro immobile di cui i coniugi avessero la disponibilità».

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi