Mantenimento dei figli, proporzionale ai redditi e considerando le esigenze della prole

Come si modifica il cognome del minore ?
3 giugno 2022
Assegno divorzile all’ex che d’accordo col marito lascia il lavoro
3 giugno 2022

 

 

Sussiste l’obbligo di entrambi i genitori, i quali svolgano attività lavorativa produttiva di reddito, o siano comunque percettori di reddito, di contribuire al soddisfacimento dei bisogni dei figli minori, in proporzione alle proprie disponibilità economiche, in diretta applicazione dell’articolo 30 della Costituzione, dovendo il giudice, nel determinare l’importo dell’assegno per il minore, deve considerare le «attuali esigenze del figlio», le quali non potranno peraltro non risentire del livello economico-sociale in cui si colloca la figura del genitore: ne consegue che nel quantificare l’ammontare del contributo dovuto dal genitore non collocatario per il mantenimento del figlio minore deve osservarsi il principio di proporzionalità, che richiede una valutazione comparata dei redditi di entrambi i genitori.
Cass. civile    ordinanza n.17824 del 01-06-2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi