Madre alienante, limitata la responsabilità genitoriale

Versamento assegno al figlio maggiorenne
3 dicembre 2020
Assegno divorzile uguale all’assegno di separazione
3 dicembre 2020

La madre, genitore prevalente nel collocamento, non è in grado di garantire l’accesso all’altro genitore e in presenza di comportamenti alienanti reiterati è inevitabile la limitazione della responsabilità genitoriale ex art. 333 c.c.

Confermato l’affidamento al Servizio Sociale. L’osservazione prolungata mostra che le parti non sono autonomamente in grado di risolvere le criticità senza interventi di tipo prescrittivo. Vanno contestualmente adottate idonee prescrizioni finalizzate alla cessazione dei comportamenti disfunzionali e pregiudizievoli per il minore, al fine di favorire il percorso di riavvicinamento al genitore alienato.

Trib. Modena sentenza 23 settembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi