L’ufficiale di stato civile non può rifiutare l’annotazione del riconoscimento di figlio nato da coppia gay

Niente assegno se la disparità reddituale dipende da inerzia colpevole dell’ex moglie
30 aprile 2021
Mantenimento dei figli: chi non provvedere perchè l’altro genitore può farlo da solo commettere reato
2 maggio 2021

le annotazioni a cura dell’Ufficiale di Stato Civile costituiscono atti aventi natura amministrativa, “che devono certificare situazioni soggettive conseguenti a sopravvenienze o accadimenti giuridicamente rilevanti al fine di provocare un adeguamento nella sfera giuridica soggettiva della persona interessata; quindi, gli adempimenti degli Uffici preposti si traducono in atti dovuti nell’interesse del titolare della posizione soggettiva”. Ne consegue che l’ufficiale di stato civile che riceve una richiesta di annotazione da altro ufficiale dello stato civile che abbia iscritto la dichiarazione di riconoscimento non può effettuare una autonoma e diversa valutazione ma deve limitarsi a eseguire l’annotazione dell’atto stesso: non c’è discrezionalità sull’annotazione a margine dell’atto di nascita della dichiarazione di riconoscimento già ricevuta e iscritta nei registri di altro Comune.

Comments are closed.

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi