L’irreperibilità del padre giustifica l’affido “super” esclusivo

Ripartizione della pensione di reversibilità tra ex coniuge e coniuge superstite
17 marzo 2022
I ratei di mutuo pagati da un coniuge durante il matrimonio e fino alla separazione non sono ripetibili
17 marzo 2022

Lo stato di irreperibilità del padre ed il verosimile abbandono e disinteresse dello stesso rende necessario disporre non solo il regime di affido esclusivo dei figli minori alla madre, ma altresì assicurare una modalità di esercizio della responsabilità genitoriale che garantisca il completo e più celere assolvimento delle esigenze dei figli, tenuto conto delle difficoltà che, diversamente, incontrerebbe la madre per le decisioni relative alle questioni scolastiche e sanitarie ed in relazione al rilascio e rinnovo del documento di identità. In tal caso è giustificata, quindi, la rimessione alla madre affidataria delle decisioni di maggior interesse per i minori, in virtù della deroga normativa stabilita dall’art. 337 quater terzo comma c.c., riconoscendo al padre il dovere di vigilanza con possibilità di ricorrere al giudice ai sensi dell’art 337 quater ult. C. c.c. qualora ritenga che siano state assunte decisioni pregiudizievoli per i minori da parte della madre ricorrente

Tribunale di Verona, 4 marzo 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi