L'”inidoneità” della famiglia adottiva

Ascolto del minore anche infra dodicenne nei procedimenti per l’affidamento
6 marzo 2022
Affidamento esclusivo non esclude i pernotti dall’altro genitore
6 marzo 2022

Nel caso in cui un procedimento di abbandono riguardi un minore già adottato – benché permanga il dovere che l’eventuale, nuova dichiarazione di adottabilità costituisca l’extrema ratio – non va tutelato e preservato un legame biologico tra minore e genitori, ma, necessariamente, occorre partire da presupposti differenti rispetto al caso in cui venga accertata la situazione di abbandono di un minore che vive in seno alla propria famiglia di origine.

Discende da ciò che il CTU psicologo, nominato dal Tribunale, è incaricato non già a valutare l’impatto che le condotte dei genitori abbiano sul legame genetico con il figlio (che in effetti manca), quanto, piuttosto, di accertare se il rifiuto del minore di continuare a coltivare il vincolo sorto per legge con la coppia adottiva sia maturo e consapevole ovvero frutto di una personalità ancora in formazione o, comunque, determinato dalle dolorose esperienze del passato.

Tribunale per i Minorenni di Bari, Est. Leonetti, sentenza 1.02.22

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi