Il mutuo o l’affitto non esonerano l’ex dal versare l’assegno per moglie e figli

Genitori inadeguati e conflittuali: il Tribunale suggerisce un percorso di sostegno alla genitorialità
8 dicembre 2016
La pensione di reversibilità al coniuge separato
12 dicembre 2016

Commette dunque reato il padre che non versa l’assegno di mantenimento all’ex moglie e/o ai figli per poter pagare il mutuo o il canone di locazione. Il fatto di avere un debito con la banca o con il padrone di casa non lo esonera dal rispettare l’obbligo fissato dal giudice con la sentenza di separazione o di divorzio. È solo il giudice, del resto, che può interrompere tale obbligo dietro richiesta specifica dell’uomo. Quindi, il marito che ritenga di non riuscire più ad arrivare a fine mese, non può volontariamente smettere di versare il mantenimento ma deve promuovere un giudizio di revisione dell’assegno di mantenimento o divorzile.

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 51625/16 del 2.12.2016

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi