Il mantenimento per il figlio va pagato mensilmente, e non può essere sospeso d’estate.

La frequentazione del nuovo compagno del genitore non può essere impedita
22 maggio 2013
Se tra il tradimento e la separazione passano molti anni, va escluso l’addebito
24 maggio 2013

L’assegno di mantenimento per il figlio minore, che il genitore non collocatario è tenuto a versare all’altro mensilmente, non può essere sospeso nei periodi in cui il figlio sta presso il primo genitore.

L’assegno di mantenimento viene infatti calcolato sulla base dei redditi annuali del genitore obbligato, e conseguentemente suddiviso in rate mensili di una somma determinata, appunto, in relazione  alle effettive necessità dei figli su base annuale.

Ne deriva che il genitore obbligato al versamento sulla base dell’accordo o della sentenza di separazione o divorzio, non è esonerato dal  versamento dell’assegno anche durante il periodo che trascorre con il figlio, sebbene  provveda in maniera quasi esclusiva alle spese del minore.

I genitori possono tuttavia autonomamente accordarsi in modo diverso; se invece un accordo non c’è, l’autonoma iniziativa di sospendere l’assegno ad esempio nel periodo estivo o natalizio può essere denunciata dal genitore beneficiario e sanzionata dal Giudice.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi