Figlio maggiorenne: perdita lavoro causa COVID non fa risorgere il mantenimento

Responsabilità genitoriale, non alla sospensione solo per scatti d’ira
15 maggio 2021
Assegno divorzile: a rischio se l’obbligato va in pensione
15 maggio 2021

 

Il diritto ad ottenere l’assegno per il mantenimento del figlio maggiorenne convivente a carico del genitore separato o divorziato è da escludere quando l’interessato abbia iniziato ad espletare un’attività lavorativa, così dimostrando il raggiungimento di una adeguata capacità e determinando la cessazione del corrispondente obbligo di mantenimento ad opera del genitore, sicché l’eventuale perdita dell’occupazione o il negativo andamento della stessa non comporta la reviviscenza dell’obbligo del genitore il mantenimento, a nulla rilevando l’emergenza epidemiologica da Covid-19 che implica evidenti e incolpevoli difficoltà materiali e morali nella condizione del figlio.

Tribunale di Teramo sentenza 442, sezione Civile del 28-04-2021

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

avvocato san marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi