Coniuge diventa omosessuale: niente addebito e confermato il collocamento dei figli

L’ex deve mantenere i figli anche se si sono trasferiti con la madre in una città lontana
13 maggio 2014
Trust liquidatorio per evitare il fallimento: non è riconoscibile in Italia
15 maggio 2014

La relazione omosessuale della moglie non giustifica l’addebito della separazione se la fine del rapporto non è stata causata nè dal nuovo rapporto affettivo nè dal cambio di orientamento sessuale. Non solo: la prole resta collocata presso la madre, che dovrà solo evitare la frequentazione tra figli e nuova compagna sino a che i bambini non siano stati “preparati” adeguatamente dai servizi sociali.
Lo ha deciso il Tribunale di Milano con la sentenza 19 marzo 2014. Nel caso di specie, era emerso che tra i coniugi non vi erano rapporti sessuali da due anni, e quindi il matrimonio era andato deteriorandosi progressivamente, a prescindere dal nuovo orientamento sessuale della moglie.

Comments are closed.

rilevazione presenze
avvocato san marino
Commercialista San Marino
psicologo san marino
web agency san marino
professional digital agency
web marketing conto corrente online

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi